GOCCIOLSPEED: il gocciolatoio efficace, durevole ed economico

 

Quanto mai attuale in edilizia il tema del risanamento delle costruzioni vecchie da decenni, realizzate per lo più in calcestruzzo con intonaci ammalorati dal continuo e inesorabile attacco degli agenti atmosferici. Fattore che ingenera anche un rischio tutt’altro che secondario, quello della sicurezza. L’impresa di Santi Di Nuzzo, esempio di eccellenza nel settore, è da decenni specializzata in opere di riqualificazione dei fabbricati, trovando soluzioni innovative e all’avanguardia. Come nel caso dei gocciolatoi dei balconi, tradizionalmente realizzati con una piccola incisione sull’intonaco, tale da formare una sorta di appendice al frontalino, che non può garantire, né durabilità, né funzionalità, continuamente esposti al rigonfiamento del materiale e alla corrosione dell’armatura. La soluzione è arrivata con GocciolSpeed, un prodotto brevettato, caratterizzato da un profilo rettangolare in polistirolo (polistirene espanso), che unito ad uno spigolo di rete in fibra di vetro, da apporre al bordo esterno dell’intradosso del balcone con apposite miscelature di paste e lattice, è efficace non solo per il gocciolatoio ma anche per l’intero intradosso del balcone.

Perché GocciolSpeed è efficace?
Nel caso dei frontalini dei balconi, la pioggia fa sì che l’acqua imbibisca le parti più basse di un gocciolatoio tradizionale e quando sono sature, l’umidità si propaga allargandosi nell’intradosso del balcone stesso. Il polistirolo di GocciolSpeed, che è assemblato con le miscelature di paste e lattice, blocca l’acqua meteorica, evitando che l’intonaco possa inumidirsi e che le armature possano essere interessate all’umidità.
Perché un intervento realizzato con GocciolSpeed è durevole?
La natura stessa del polistirolo rende durevole l’intervento realizzato con GocciolSpeed; si tratta infatti di un materiale chimicamente inerte rispetto a molti agenti corrosivi. La durabilità del polistirolo vale anche per le zone molto soleggiate, dato che il materiale presenta anche una elevata inerzia termica e rimane praticamente intatto anche dopo anni di esposizione sia al sole sia alla pioggia.

Perché usare GocciolSpeed è economico?
A fare la differenza è sicuramente la caratteristica del materiale. Il polistirolo “espanso” ha densità bassa ed è quindi molto leggero; ciò permette un notevole risparmio sui costi della manodopera: un profilo di due metri, infatti, completo dello spigolo di rete in fibra di vetro ha un peso che non supera i 700 grammi e la sua posa in opera può essere espletata anche da un solo operatore in pochi minuti. La leggerezza, unita alla durabilità, offre anche altri vantaggi di natura economica: un eventuale distaccamento di parti di intonaco ammalorate (cosa frequente) causa certamente danni maggiori del distaccamento di un leggero pezzo di polistirolo, cosa peraltro improbabile dato che è anche tenuto al frontalino dalla rete in fibra di vetro, che tende comunque ad uniformare il carico anche in presenza di eventuali parti danneggiate. Quindi: meno danni, meno costi.
Il mercato offre anche dei rompigoccia o delle scossaline metalliche quali possibili soluzioni al problema, ma GocciolSpeed, resta la soluzione maggiormente efficace. Perché?

Il rompigoccia, infatti, non impedisce che il bordo inferiore del balcone venga imbibito dall’acqua meteorica (anche se, certamente ne rallenta il fenomeno): nei punti di giunzione tra un profilo e l’altro e negli angoli si crea una discontinuità della protezione del bordo, pertanto a lungo andare certamente l’umidità comincerà ad invadere l’intradosso. Questo non accade per GocciolSpeed, infatti la posa in opera prevede una rasatura finale che rende invisibili i punti di giunzione; il rasante può essere facilmente applicato su un profilo in polistirolo, ma sarebbe inefficace su un “dentello” in plastica. Per di più la plastica utilizzata risente comunque dell’esposizione ai raggi ultravioletti. Pertanto la minore efficacia del rompigoccia si ha per minore durabilità.
L’opzione della scossalina metallica in alluminio o acciaio zincato è più onerosa per il costo della manodopera e degli eventuali sfridi (quasi inesistenti nel caso di GocciolSpeed) e poi anche per il costo del prodotto, Le stesse viti di fissaggio possono creare dei punti deboli per il frontalino, contribuendo a lungo andare all’innesco di infiltrazioni di acqua o quantomeno concrezioni calcaree. La scossalina ha anche un impatto visivo sull’estetica del fabbricato, mentre GocciolSpeed non cambia affatto il prospetto iniziale. Inoltre, durante le stagioni più calde, la formazione di una striscia rovente lungo tutto il frontalino crea un forte stress termico: la scossalina può andare incontro a dilatazioni che sollecitano proprio i punti di fissaggio, mentre lo sbalzo termico sull’intonaco forma un microclima in cui l’umidità rimane a lungo e danneggia l’intonaco stesso.

 

 

SCARICA NEWS